giovedì, novembre 01, 2007

Il « compagno mortadella » vuole espellere le pecore nere

Il governo italiano, dopo l’omicidio di una donna laziale da parte di un rumeno, ha approvato il decreto legge che attribuisce ai prefetti il potere di espellere dalla penisola i cittadini comunitari per motivi di pubblica sicurezza. E qui nascono delle domandine semplici-semplici: se l’UDC svizzera raccoglie firme per espellere le “pecore nere” è razzista, mentre Prodi e il suo Governo di sinistra no? E che dicono ora i “compagnuzzi”, ma anche la moltitudine di associazioni ipocrite elvetiche che guadagnano sulle disgrazie altrui, da sempre? Aspetteranno un altro “caso Opris” ?

1 commento:

ric ha detto...

...aspettavo questo tuo contributo, caro Umberto.

....e in attesa ho proposto il mio pensiero su retelibera....

TOLLERANZA ZERO