giovedì, aprile 12, 2007

Articolo di Mellini sul prossimo "Il Paese":

La non candidatura di Marra : forse inopportuna, ma non sbagliata


La “débâcle” elettorale dell’UDC ha dato il via ai peana di chi ne gioisce, incurante o addirittura fiero di aver partecipato al crollo elettorale di un partito che s’è macchiato nei suoi confronti del reato di lesa maestà.
Ci riferiamo ovviamente a Umberto Marra, il quale sogna adesso un suo ritorno alla grande a spese di chi l’ha trattato fin troppo bene limitandosi a non candidarlo nella lista per il Gran Consiglio. Già, perché se l’esclusione dalla lista di un deputato uscente può legittimamente essere considerata inopportuna dal punto di vista elettorale, l’effetto negativo che questa può aver avuto sul risultato dell’elezione nulla toglie alle ragioni per le quali la sezione UDC di Lugano ha ritenuto Marra non idoneo alla candidatura. Se qualcuno avesse dei dubbi, si chieda perché la Lega non l’ha voluto, malgrado l’estremo bisogno di voti che aveva.
E che le ragioni fossero valide lo sta dimostrando lo stesso Marra con i suoi demenziali scritti su vari blog in Internet, nei quali spara accuse vergognose, ancorché prive del benché minimo fondamento, nei confronti di chi nel partito si è opposto al suo comportamento meschino, opportunistico e volto esclusivamente a procacciarsi un effetto mediatico pro domo sua.
Marra dimentica che, avendogli rielaborato - quando non totalmente riscritto - per alcuni anni i “suoi” articoli con i quali s’è procurato la prima notorietà, il sottoscritto conosce perfettamente il suo modo di scrivere – che poco concilia con l’italiano – e quindi non gli occorre molto immaginare chi stia dietro alle sue grette, ma sicuramente colorite meschinità.
Francamente, speriamo che prima di dar seguito alla sua richiesta di dimissioni, il Comitato direttivo della sezione UDC di Lugano si chini su un problema ben più urgente: la sua espulsione una volta per tutte.

P.S.: a seguito delle reiterate diffamazionin e/o calunnie che Marra diffonde dal suo blog su Internet, mi sono sentito costretto a salvaguardare il mio onore e la mia dignità con una denuncia penale nei suoi confronti.


Eros N. Mellini
edizione del 13/04/2007
-------------------------------------------------------------------------------------------------
Mia nota:

Cos'é che avrebbe fatto per anni Mellini? Boh, la cosa non mi sorprende. E' vero, invece che, per anni, é andato a sparlare del sottoscritto (né più né meno come -ammetto- ho sbagliato io con la storia dell` invalidità). Lo ha fatto anche in piena campagna elettorale 2003, ricordate il caso Canonica? Ma mai l'ho denunciato, non sparo sulla Croce Rossa, alle persone indifese, mai. Non ho i metodi da rozzo, io. Ora Mellini, dopo essere stato "trombato" dal Popolo, cerca pure di raccontare palle, autentiche palle. Ma perché lo fa? Semplice, rivuole guadagnare il suo posticino di credibilità, dopo aver cannato un'intera campagna elettorale. Chi sta scrivendo gli sbagli li ha sempre pagati, anche quelli grammaticali se proprio vogliamo mettere i puntini sulle "i", Mellini? Ammettiamolo, non é mai stato un gran redattore! E fra qualche giorno vi sarà pure la batosta, probabilissima, della mancata raccolta firme dell'iniziativa "trasparenza". Domanda: ma non é il segretario di un partito che coordina la raccolta firme? Beh, ora gustiamoci l'articoletto che apparirà prossimamente su Il Paese, al peggio non c'é mai fine! Ed ora mi rivolgo a lui: Mellini, tu non hai ancora capito che, a questo punto, é il partito che ci ha rimesso, non io. Ma il cattivo risultato mi "ruga", eccome se mi "ruga". Non foss'altro per le prese per i fondelli che devo sopportare da parte di conoscenti "sinistronzi". Probabilmente, se ero in lista, venivo trombato come te, ma altrettanto probabilmente vi era un Gran Consigliere in più e non si doveva lottare per il "maggior resto". Altro che le tue idee stralunate! Parli, alla fine del tuo articolo, di "onore". Ma conosci il senso? A raccontar palle l'onore va sotto lo zerbino! Ti commenti da solo, soprattutto quando parli di mia "gioia" per la "debacle" democentrista. E' esattamente l'incontrario, altrimenti come spieghi che voglio che chi ha sbagliato campagna elettorale paghi dimettendosi?
Eh, caro Mellini, non hai ancora capito chi sono i veri amici! Io lo ero! Riguardo la Lega, poi, non sono un voltamarsina. Non sono come te che arrivi da tale movimento. Ho chiesto sì di essere candidato leghista, ma INDIPENDENTE. E l'idea a qualcuno della Lega non piaceva proprio, per questione di "cadreghini". Ti ricorda qualcosa? Gira e rigira, sempre di "cadreghini" si tratta, nevvero? Informati, piuttosto da Giuliano Bignasca, e ti dirà questo, esattamente questo, non palle! Capito Mellini? Chiedilo e domandalo all'ex Presidente della Sezione di Lugano, il Mauro: sei mesi orsono dissi che, se si lavorava così male, il risultato sarebbe poi stato del 3,3 per cento, o giù di lì. Beh, il primo di aprile mi ha dato ragione. Ma non per mie capacità, ma per tue incapacità, e quelle d'altri. Devo farti il disegnino per capirlo? Non é necessario, vero? Non sei così sciocco da non comprenderlo, d'ammetterlo, almeno spero! Comunque, consiglio d'amico, anche se tu pensi che io non lo sia: calmati, ne va della tua salute! Riguardo poi il tuo dire secondo cui chi sta scrivendo ha partecipato al crollo...eh no, caro Eros, ti sbagli alla grande: in queste settimane di campagna elettorale ho aspettato, non mi sono mosso, e ti sei incartato da solo! Non si può, e ti faccio solo un esempio, difendere la Signora Masoni al mattino (Wicht) sul Corriere...e sentire il Segretario cantonale dell'UDC (permettimi, tu) smentirlo a Teleticino! L'elettore UDC, in tal modo, é rimasto spaesato. Si é domandato che cosa voleva, realmente, il suo partito. Se vuoi altri esempi ve ne sono a bizzeffe. Mi ri-scuso della storia dell'invalidità. Ed ora, espulsione o no, dimissioni o no, l'idea UDC vada avanti. E' questo quello che conta! Vuoi, invece, una sacrosanta verità? Sia Marra, che Mellini, non sono indispensabili! Come non lo sono altre persone. Riguardo, poi, il tuo articolo sopra: ma se sei convinto che era giusto che dovevo non essere in lista, come é successo, perché ti giustifichi con i "ma", "se" e "però"? Convinciti: solo un partito con dirigenti suicidi lascia a casa il Capogruppo, e Presidente onorario, oltre ad un elemento, simpatico o no, che qualche voto lo fa. Riguardo, poi, la mia richiesta affinché la dirigenza della Sezione di Lugano si dimetta, caro Eros, é semplicissima: sai perché si sono perse 370 schede per il CdS, e 300 per il GC, nonostante nel 2003 votavano solo, ed unicamente, i Cittadini di Lugano-città? Semplicissimo: a parte il tempo perso per strutturare la Sezione, che mi va anche bene, si é perso troppo tempo sul "caso" Marra che, diciamola tutta, ha ridotto il vero lavoro della Sezione per il bene della nostra città ! O, forse, hai mai letto di una Sezione che si é profilata, veramente? A questo punto,visto che, checché tu non ci creda, amo il partito... sono dispostissimo a collaborare con la Sezione. Le idee, e su questo puoi darmene atto caro Eros, non mi mancano. O anche qui hai da criticare? E comunque, caro Segretario (fino a quando non lo so a questo punto) pensi che l'UDC debba perdere ancora, non presentando gli elementi più conosciuti, elettorato alle prossime comunali? Beato te, d'altronde sei riuscito a dire che "meglio fare un Granconsigliere in meno che un Marra in più" (più o meno hai detto così). Bravo, ottima prova del pseudo-legame che hai con il partito, per il suo bene! Se io fossi Presidente, caro Mellini, o membro della dirigenza, ti chiederei ufficialmente le scuse da fare al partito e ai suoi elettori, piuttosto! E, a riprova che quello che sto scrivendo non é poi così sbagliato: cosa ti costava, una volta letto la storia dell'invalidità, sollevare la cornetta del tuo telefono, dirmi "Marra, hai sbagliato" e al massimo avvertirmi che se non correggevo il testo mi avresti querelato? No tu, a riprova di quello che sei veramente, hai composto la denuncia, l'hai inviata e oltretutto l'hai spedita ai media. Complimenti: e che deve pensare l'elettore se non preferire altri partiti dove, forse, vi saranno anche beghe interne ma...i panni sporchi li lavano in casa propria? La storia dell'invalidità restava in questo blog, al massimo qualche battuta su "tio", ma era semplice correggere Ticinolibero e telefonare alla redazione di Ticinoonline per far togliere l'errore. No, tu, per il bene tuo, non del partito, hai preferito divulgare. Ri-complimenti! E poi ti chiedi come mai non sei stato eletto e il partito, purtroppo, ha lottato per le Commissioni ?

10 commenti:

Anonimo ha detto...

Bravo Marrano (da come ti chiamo sai chi sono ehehehe), una risposta con il "bastone e la carota"! Ottimo! Ora se Eros si fa un esamino di coscienza...come minimo ti ringrazia e ti offre una pizza :-)

Anonimo ha detto...

Letto oggi sul giornale (che continua ad arrivarmi nonostante non abbia mai stipulato un abbonamento, solo perchè una volta ho comandato un cappellino ai tempi di Etter e hanno preso l'indirizzo):

I vertici UDC non fanno una bella figura, si ammette la sconfitta elettorale ma con modi tipo oregiatt sembra che nessuno voglia mollare le proprie posizioni... e si parla già di rilancio per le federali e comunali (con queste persone a capo???).

Non ti conosco personalmente ma sono dalla tua parte, pur non essendo Udc (voto ed ero candidato per la Lega) trovo coraggioso il tuo "rimanere comunque" anche se in modo profilato nel partito (?).

Allien

UMBERTO MARRA ha detto...

Grazie Allien, penso infatti che la Lega, oltre ad altro, ha vinto per l'umiltà. Pregio che manca all'attuale dirigenza democentrista, purtroppo, in primis colui che mi ha denunciato. Grazie ancora!

UMBERTO MARRA ha detto...

A colui che, invece, mi chiama Marrano :-), pizza? Esame di coscienza? Pensi che lui la coscienza ce l'abbia? Boh....

Giulio ha detto...

Giusto Umbe, infatti non si capisce perché, dopo aver avuto una "debacle" non da sottovalutare, gli organi direttivi del partito, invece di fare autocritica, ce l'abbiano di nuovo con te. Non si smentiscono mai: arroganti come pochi!

Anonimo ha detto...

Grande Umberto!
Potresti pensare di fondare Alleanza Nazionale in Ticino...

Scherzi a parte, ti auguro di riuscire a fare piazza pulita nel tuo partito!

CHE IL DESTINO CI TROVI SEMPRE FORTI E DEGNI


ALESSANDRO NARDONE

UMBERTO MARRA ha detto...

Caro Ale (per chi legge Alessandro Nardone é consigliere comunale di AN a Como, leggete il suo sito -veramente ben fatto- che raggiungete tramite i link di questo blog), sai che in Italia ....sono un po' confuso...non so chi voterei? Sicuramente Destra, ma da quando c'é Fini che fa il democristiano...mi sembra il Presidente dell'UDC cantonticinese: né pane, né sale...tutti e due intelligenti, fortissimi nella dialettica, ma grossolanamente insipidi! Vabbé, il discorso é lungo... Grazie, a presto! Umbe

Destra Nazionale ha detto...

Io lo so come Allien è arrivato qui eheheheh!

Anonimo ha detto...

Beh, VOTERESTI ME!!!! ;-)

Come sai sono convinto che sia la nostra generazione a doversi prendere spazio, attraverso fatti concreti, come abbiamo ampiamente dimostrato di saper fare.

Oltretutto è sempre il POPOLO a dare l'ultima parola, e pensi che la gente avrebbe dubbi su chi scegliere???

D'altronde i risultati delle vostre elezioni sono la cartina di tornasole di quanto andiamo dicendo da ormai tanto tempo...

ALESSANDRO NARDONE

UMBERTO MARRA ha detto...

Ok, Alleanza cantonticinese...eheheheh