sabato, febbraio 24, 2007


LE BALLE DELL'EX
BAL(L)ILLA
DARIO FO
I precedenti di Dario Fo
Dario Fo preannuncia l’uscita di un libro sulla sua vita.Il recensore si dimentica di accennare al fatto che Dario Fo ha dei trascorsi da fascista “repubblichino” nel periodo che va dal settembre 1943 all’aprile 1945.Nel periodo in questione il sottoscritto ha fatto parte del Battaglione Paracadutisti della Decima Flottiglia Mas.Il mio battaglione, dopo un periodo di addestramento effettuato a Jesolo (Ve) fu trasferito a Venegono (Va) per effettuare lanci al fine di ottenere il brevetto da paracadutista.Per tale periodo fummo accasermati nel Castello di Tradate, sede dell’allora Battaglione Paracadutisti dell’Aeronautica Repubblicana della RSI.In tale occasione fummo accolti nella caserma sopra nominata dal paracadutista volontario Dario Fo, al quale era stato demandato il compito di fare gli onori di casa.Nel periodo trascorso a Tradate unitamente ad altri commilitoni ebbi modo di parlare con Fo, il quale disse di essersi arruolato nel battaglione paracadutisti per tener fede ai suoi ideali (altro che far parte allora della resistenza, come da lui dichiarato anche recentemente alla stampa).Successivamente ebbi modo di vedere a Milano il sig. Fo che si esibiva, unitamente a Franca Rame, subrettina nascente, in un avanspettacolo in locali non certo di prim’ordine.Successivamente , rientrato a Roma, ebbi modo di leggere che sia il sig.Fo che Franca Rame erano diventati noti per aver fondato o favorito il Soccorso Rosso…Quanto sopra solo per render noto i precedenti del premio Nobel e della sua compagna Franca Rame.
Claudio Luciano

Nota della redazione de “L’Ultima Crociata”Riteniamo opportuno pubblicare questa lettera, rifiutata da “Il Tempo”, pure con alcune inesattezze in essa contenute.All’epoca il volontario Dario Fo era assegnato al reparto lanci, al comando del Tenente Ruggero Martinotti, della Scuola Paracadutisti di Tradate.Con questo ufficiale Dario Fo aveva instaurato un rapporto di rispetto e amicizia al punto che, nel dopoguerra, quando sposò Franca Rame, Martinotti gli fece un regalo di nozze.

3 commenti:

ibu_64 ha detto...

si scriva balilla pirla!!!

UMBERTO MARRA ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
UMBERTO MARRA ha detto...

...si scriva, si scriva? Certo che da uno che non ha coraggio di firmarsi, da uno che non vede delle parentesi (occhiali!)...ho proprio da imparare. Non é che ti sei visto allo specchio prima d'insultare, ricordo, anonimamente? Se é così sei proprio un pirla al quoto! Non é una mia opinione, fa testo il tuo post. Ciao, ciao