lunedì, dicembre 25, 2006


NEMMENO IL DIRITTO DI MORIRE IN PACE

Siamo alle solite coperture , altrimenti gli italiani (ma purtroppo anche da noi talvolta si agisce così) apprendono le notizie reali, quelle vere, che toccano le famiglie giornalmente. Meglio parlare di Inter, di Milan, della Juve, di Alfredino caduto nel pozzo per non parlare della P2... meglio non parlare, soprattutto a Natale, della finanziaria che chiede ai Cittadini di stringere di nuovo la cinghia, l'ennesima volta. Meglio non parlare delle richieste scandalose del nuovo Governo ai Cittadini che lo ha votato. Eh, é Natale, periodo di feste, quindi non si può parlare di calcio, non si può parlare di soap-opera, nemmeno si può parlare di Grandi fratelli televisivi d'ogni genere. E allora? E allora, pur di non parlare di problemi reali, che toccano la gente comune, fari puntati su Welbi! Ma lasciatelo morire in pace! E invece no, pur di non parlare di quello che sta facendo Padoa-Schioppa, Prodi e i loro "compagni della finanziaria", ci si inventa un problema "morale". "Dite la vostra sull'eutanasia, oh italioti, in fondo siete così coglioni che avete votato Prodi", si dicono i governanti. Poi, oltre a domandarvi cosa pensate del caso Welbi, vi domanderanno, o vi hanno già domandato che ne pensate dei PACS. Mai e poi mai se arrivate a fine mese, se riuscite a sbarcare il lunario. Parlate, arrabbiatevi, incazzatevi, infoiatevi sulle tematiche di fantapolitica, così dimenticate i vostri problemi quotidiani, oltre ad avere il portafoglio alleggerito! Questa sì che é Democrazia, neh?


1 commento:

Lillo ha detto...

C'entrato l'obiettivo, problemi crassi....